VALUR IMMOBILIARE

Viale delle Alpi, 65 - 90144  Palermo

 

NEWS

INDIETRO

Da oggi niente pių autocertificazioni energetiche

 

Da ora non è più possibile autocertificare i consumi del proprio immobile, anche se se ne certifica in autonomia la classe peggiore. L'obbligo è importo con Decreto Legge pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Maggiori spese per chi vende o affitta, ma aumentata tutela nei confronti di acquirenti, affittuari e...ambiente.

Ormai è quasi passato un anno dall’obbligo di legge secondo cui tutti gli immobili, tanto quelli in vendita quanto quelli proposti sul mercato in locazione, dovevano essere corredati da un certificato di prestazione energetica che ne stabilisse in maniera ufficiale i consumi.

Alcune regioni italiane sono state lente nel legiferare in proposito, a Gennaio 2012 la sola Lombardia applicava sanzioni per il mancato rispetto della norma, pur prevedendo alcune eccezioni, e questo ha determinato una reprimenda da parte dell’Unione Europea e consentito che molti proprietari procedessero alla vendita unicamente con una autocertificazione relativamente alla classe G, la peggiore di quelle previste.

Il 13 Dicembre 2012, però, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto 22 Novembre 2012 del Ministero per lo Sviluppo Economico che impone l’obbligo di rivolgersi ad un professionista per stabilire la reale classe energetica e i relativi consumi dell’immobile che si vuole vendere o affittare.

La norma entra in vigore da subito e si applica a tutti gli immobili con esclusione solo di quelli che non hanno le cosiddette caratteristiche di abitabilità, cioè i box auto, le cantine o, ad esempio, i ruderi. Altri costi per chi possiede un immobile quindi, ma anche un passo importante verso la trasparenza del mercato e, soprattutto, verso la natura originaria del provvedimento voluto dall’Unione Europea; conoscere i difetti “energetici” di uno stabile permette di capire anche come e dove intervenire per renderlo migliore, salvaguardare l’ambiente e, anche se sembra strano, le finanze dei proprietari e degli inquilini.

E in questo dovranno collaborare anche, obbligatoriamente, amministratori di condominio e responsabili degli impianti; gli uni come gli altri sono tenuti a fornire a proprietari ed inquilini tutte le certificazioni degli impianti necessarie alla stesura del documento di certificazione energetica.

 

 

 
 

Altre notizie

 
1 - 5 di 14 Pag: »

Reset Avvia ricerca